30 giorni

Vota!
30 giorni Voto medio: 3.6/5
Voti totali: 188
Lascia il tuo voto:

Tendenza generale del tempo fino a 30 giorni

Configurazione barica 18 - 31 ottobre 2014,  a cura di A. Sanò e A. Iannella

Premessa generale

EVOLUZIONE BARICA SULLO SCACCHIERE EURO-ATLANTICO

La circolazione barica per il corso della seconda parte di ottobre computa, tra la fine della seconda decade e i primi giorni della terza, una circolazione cosiddetta a "omega" sullo scacchiere euro-atlantico con una doppia circolazione instabile, una in Atlantico e Ovest Europa e l'altra sull'Est Europa e una prevalente presenza di un promontorio di alta pressione sui settori centrali. In questo contesto un tempo diffusamente instabile, per aria umida atlantica, riguarderà le regioni occidentali del Continente, specie la Penisola Iberica, localmente la Francia e il Regno Unito, e altra instabilità, qui per correnti più fredde continentali, riguarderà l'Est Europa. Nel mezzo tempo migliore specie su Ovest Mediterraneo e Mitteleuropa. Poi, verso l'ultima settimana del mese, l'evoluzione contempla un rinforzo dell'alta pressione oceanica su Ovest Europa e tempo, conseguentemente migliore, e invece una incentivazione delle correnti più fredde continentali verso il Centro Est Europa, anche Centro Est Mediterraneo dove il tempo risulta più compromesso e il clima tardo autunnale con primi freddi della stagione.  

 

EVOLUZIONE  18 - 24 ottobre  2014
4




Circolazione prevalente 18 - 24 ottobre 2014 e tempo sull'Europa


La circolazione così impostata, alla quota mediamente di 500 hpa, computa l'azione di correnti più instabili atlantiche verso l' Europa occidentale, penisola iberica, Francia, Regno Unito e anche localmente Scandinavia con piogge frequenti. Nubi e piogge e clima anche più freddo sull'Est Europa per l'azione di correnti instabili di matrice russa. Tempo migliore per prevalente alta pressione su centro Ovest Mediterraneo e localmente Centro Europa salvo disturbi localizzati. 

EVOLUZIONE DEL TEMPO IN ITALIA

Il tempo sull'Italia sarà caratterizzato da una maggiore presenza di nuvolosità sulle regioni del medio-basso Adriatico e su quelle meridionali con locali piogge alterante a fasi più soleggiate. Fastidi instabili potranno interessare le aree orientali in genere più esposte al flusso fresco da Est, altrove prevarranno condizioni di tempo più asciutto e soleggiato per una maggiore presenza dell'alta pressione salvo fastidi temporanei e locali. Temperature più o meno nelle medie salvo temporaneamente un po' sotto media sui settori orientali, appenninici e localmente meridionali. 

EVOLUZIONE 25 - 31 ottobre 2014
4






Circolazione prevalente 25 - 31 ottobre 2014 e tempo in Europa


La circolazione così impostata, alla quota mediamente di 500 hpa, computa una rimonta vistosa dell'alta pressione oceanica vero il centro Ovest Europa e anche aree nordoccidentali europee con tempo più stabile. Di contro, su Centro Est Europa e anche su Centro Est Mediterraneo prende sempre più corpo l'azione di correnti più fredde russe con tempo instabile e possibilità di primi freddi stagionali su queste aree, anche con qualche nevicata a quote medio-basse, specie su est Europa. 

 

EVOLUZIONE DEL TEMPO IN ITALIA

In presenza del contesto barico descritto il tempo sull'Italia vedrà una prevalenza di instabilità con piogge frequenti e anche aria piuttosto fresca o addirittura fredda sulle regioni adriatiche e meridionali in genere, più direttamente esposte alla circolazione da Nord Nord Est. Possibilità di prime neve in Appennino a quote medie e alto collinari. Tempo migliore al Nord e aree tirreniche ma con possibili influenze instabili sui settori di Nord Est.  Le temperature sono previste in generale calo e sotto media, più apprezzabile sulle aree adriatiche e meridionali.

Prossimo aggiornamento, sabato 1 novembre  2014

Contiamo di aggiornare queste previsioni a inizio di ogni mese con specifico riferimento alla seconda quindicina del mese, in modo da contemplare la possibile evoluzione per il mese intero. Poniamo anche una data indicativa di aggiornamento. Potrà capitare, tuttavia, che  ci siano delle novità nell'evoluzione con rettifica della previsione stessa ben prima della data prevista, o potrà capitare che le indagini per la previsione fino a fine mese siano ancora incompiute per la data indicata e, quindi, la data dall'aggiornamento potrà slittare di qualche giorno. In linea di massima l'aggiornamento avrà luogo, comunque, nella prima settimana del mese.