30 giorni

Vota!
30 giorni Voto medio: 3.6/5
Voti totali: 204
Lascia il tuo voto:

Tendenza generale del tempo fino a 30 giorni

Configurazione barica 18 - 30 novembre 2014,  a cura di A. Sanò e A. Iannella

Premessa generale

EVOLUZIONE BARICA SULLO SCACCHIERE EURO-ATLANTICO

La circolazione barica per il corso della seconda parte di novembre computa, tra la fine della seconda decade e i primi giorni della terza, ancora una prevalenza di correnti instabili atlantiche verso l'Europa centro-settentrionale e il Centro Nord Mediterraneo con tempo piuttosto compromesso e piogge diffuse. Rispetto al periodo precedente,  le correnti anziché avere una provenienza prevalente meridionale, vanno disponendosi più da Ovest-Nord Ovest a causa di una moderata crescita dell'alta pressione oceanica  verso il settore iberico.  Sul resto del Mediterraneo e sul Sud Est Europa è ancora abbastanza diffusa un'area anticiclonica con tempo più asciutto e stabile. Poi, verso l'ultima settimana del mese, l'evoluzione contempla un rinforzo dell'alta pressione oceanica sull'Europa  centro-occidentale e in estensione fino a settori scandinavi con tempo, su queste aree, diffusamente stabile e soleggiato. Sul fianco orientale dell'alta pressione, invece, agiscono correnti più fredde provenienti dalla Russia e pilotate da un'area depressionaria in prossimità del Mar Nero con tempo più instabile e anche più freddo sull'Est Europa e sul Centro Est Mediterraneo. Ma vediamo più in dettaglio l'evoluzione.

 

EVOLUZIONE  18 - 24 novembre  2014
5






Circolazione prevalente 18 - 24 novembre 2014 e tempo sull'Europa


La circolazione così impostata, alla quota mediamente di 500 hpa, computa l'azione di correnti più instabili atlantiche verso l' Europa centro-settentrionale e il Centro Nord Mediterraneo con nubi e piogge diffuse. Locali piogge fino alle aree balcaniche, tempo migliore sul Sud Est Mediterraneo, Sud Est Europa e sulle regioni meridionali del Mar Nero per ancora una presenza prevalente dell'alta pressione.

EVOLUZIONE DEL TEMPO IN ITALIA

Il tempo sull'Italia sarà caratterizzato da nuvolosità ancora diffusa su gran parte della penisola con nubi e piogge frequenti, inizialmente al Centro Nord, poi via via in estensione anche verso il Sud. La circolazione tenderà a disporsi dai quadranti via via più occidentali o anche nordoccidentali con ingresso di aria più fredda e moderato abbassamento della quota neve su Alpi e Appennino fino a 1000/1500 m. Temperature in lieve calo ma più o meno nelle medie stagionali o ancora un po' sopra, specie al Centro Sud.

EVOLUZIONE 25 - 30 novembre 2014
5









Circolazione prevalente 25 - 3o novembre 2014 e tempo in Europa


La circolazione così impostata, alla quota mediamente di 500 hpa, computa una rimonta vistosa dell'alta pressione oceanica vero il Centro Ovest Europa e anche aree scandinave con tempo più stabile. Di contro, su Est Europa e anche su Centro Est Mediterraneo prende sempre più corpo l'azione di correnti più fredde russe con tempo instabile e via via più freddo su queste aree, anche con qualche nevicata a quote medio-basse, specie su Est Europa. 

 

EVOLUZIONE DEL TEMPO IN ITALIA

In presenza del contesto barico descritto sull'Italia si vedrà una prevalenza di bel tempo e sole sulle aree settentrionali e centrali tirreniche, sotto la protezione dell'anticiclone. Possibili maggiori fasti, invece, sui settori del medio e basso Adriatico e al Sud in genere, meno protetti dall'anticiclone e più esposti alle correnti più fredde orientali o settentrionali. In linea di massima non sono previsti fenomeni di rilievo dato un contesto barico anche su queste aree su livelli medi ma c'è una certa percentuale di possibilità che l'influenza delle correnti fredde da Est si mostri più incisiva, fino a sfociare anche verso il Tirreno e comportare, in questo caso, maggiore instabilità con locali piogge e anche qualche nevicata in montagna o alta collina.  Temperature in generale e debole calo verso le medie stagionali, probabile un calo più apprezzabile sulle aree meridionali e del medio e basso Adriatico.

Prossimo aggiornamento, lunedì 1 dicembre 2014

Contiamo di aggiornare queste previsioni a inizio di ogni mese con specifico riferimento alla seconda quindicina del mese, in modo da contemplare la possibile evoluzione per il mese intero. Poniamo anche una data indicativa di aggiornamento. Potrà capitare, tuttavia, che  ci siano delle novità nell'evoluzione con rettifica della previsione stessa ben prima della data prevista, o potrà capitare che le indagini per la previsione fino a fine mese siano ancora incompiute per la data indicata e, quindi, la data dall'aggiornamento potrà slittare di qualche giorno. In linea di massima l'aggiornamento avrà luogo, comunque, nella prima settimana del mese.