Stagionali

Vota!
Stagionali Voto medio: 4.6/5
Voti totali: 1060
Lascia il tuo voto:
Previsioni stagionali speciali su base ECMWF - (Reading UK)
TENDENZA TERMICA E PLUVIOMETRICA PER IL RESTO DELL'AUTUNNO, PER TUTTO L'INVERNO E FINO AD APRILE 2018


Aggiornamento di VENEDI' 27 OTTOBRE 2017,  - A cura di A. Sanò e A. Iannella

Prossimo aggiornamento, LUNEDI' 27 NOVEMBRE 2017, entro le 24.00.

 

Analisi mappe stagionali su dati ECMWF
ANOMALIE DELLE TEMPERATURE IN EUROPA PER IL RESTO DELL'AUTUNNO, PER L'INVERNO E FINO AD APRILE 2018
Arancio = +0,5/2 °C sopra media (più caldo) - Azzurro = -0,5/2 °C sotto media (più freddo)

Analisi delle mappe ECMWF di previsione stagionale per il resto dell'AUTUNNO, TUTTO L'INVERNO E FINO AD APRILE 2018. Descrizione dettagliata (attendibilità: le previsioni stagionali hanno sempre avuto una attendibilità molto bassa 20-30%. Solo recentemente stanno avendo un maggiore interesse da parte della comunità scientifica con migliori risultati).
PREMESSA
L’aggiornamento sulla tendenza stagionale di questo mese di OTTOBRE, relativo ai prossimi 6 mesi e sulla base dei dati offerti dal modello europeo ECMWF, computa una novità rispetto agli aggiornamenti precedenti, in particolare in riferimento alla prossima fase autunnale e a tutto l'inverno. Il modello, lima e di molto le anomalie termiche positive sull'Europa centrale e sul centro-nord Mediterraneo. A fronte di un andamento termico previsto, fino all'ultimo aggiornamento di SETTEMBRE, sopra media abbastanza pronunciato su tutta l'Europa, in questo ultimo di OTTOBRE, il centro-nord Mediterraneo, parte dell'Europa centro-orientale e parte della Scandinavia, vengono viste con anomalie quasi azzerate o molto leggere, quindi con andamento termico più vicino alla norma. Anomalie positive ancora presenti, ma meno accentuate sul resto del continente. E' un aggiornamento che riteniamo interlocutorio, nemmeno tanto affidabile, per il momento. Tuttavia, la diminuzione dell'anomalia termica è evidente e se essa viene confermata anche con il prossimo aggiornamento di Novembre, ci sarà una buona possibilità che un andamento termico più vicino alla media su questi settori, possa essere veritiero. Circa le piogge, esse sono viste abbastanza nella norma in via generale, salvo qualche eccesso nella prossima fase autunnale e prima invernale sulle regioni del Mar Nero, localmente su quelle mediterranee, e qualche lieve deficit localmente sulle aree centro settentrionali. Nella seconda parte dell'inverno e verso la primavera, potrà ribaltarsi la situazione, con piogge un po' sopra la media sulle regioni settentrionali europee e qualche lieve deficit sulla Penisola iberica e sul Mediterraneo centro orientale. Ma vediamo la possibile evoluzione più in dettaglio.
TEMPERATURE PER IL RESTO DELL'AUTUNNO E LA PRIMA PARTE DELL'INVERNO. NOVEMBRE/GENNAIO:

 
Novembre/Dicembre
 

tra la fine dell'autunno e il primo mese invernale, Dicembre, il modello europeo continua a vedere anomalie termiche positive su buona parte del Mediterraneo centro-meridionale e occidentale, sulla Penisola iberica, sulle regioni sudorientali europee, su quelle intorno al Mar Nero e altre anomalie positive tra il Regno Unito e sul Nord Est della Scandinavia. Su queste aree le anomalie si aggireranno mediamente tra 0,5 e 1,5°, occasionalmente sui 2°. Sull'Europa centrale, sul Nord Mediterraneo, localmente sulle regioni di Nord Est e su quelle centro meridionali della Scandinavia, sono attese, invece, temperature più o meno nella media o soltanto con qualche leggero surplus.

 Tendenza termica per Novembre/Dicembre

9





Dicembre/Gennaio:
 
per i primi due mesi invernali, continua ad essere vista una diffusa anomalia positiva di temperatura sulle regioni sudorientali del continente, sul Mediterraneo meridionale e occidentale, sulle regioni settentrionali, tra il Regno Unito e la Scandinavia e anche diffusamente sull'Ovest Europa. Temperature di poco sopra la media sull'Europa centro-orientale in genere e nella media sul centro-sud Italia, sulle regioni dell'ex-Jugoslavia e sul Sud del Portogallo. 
 
 Tendenza termica per Dicembre/Gennaio:
9






 
 
TEMPERATURE PER LA FINE DELL'INVERNO E IL PRIMO MESE PRIMAVERILE, APRILE.
Febbraio/Marzo: 

per la seconda parte dell'inverno, ossia tra Febbraio e Marzo, il modello ripropone una diffusa anomalia termica positiva su buona parte del continente, seppure non particolarmente accentuata, per lo meno su diverse aree. Valori sotto la media tra 0,5 e 1,5° sul Nord Europa, Nord Francia, non Germania, Regno Unito,  Scandinavia e sulle estreme regioni di nord-est. 1° sopra la media tra il Centro Sud della Francia, il Sud della Germania, il Nord Italia e diffusamente sull'area Mediterranea occidentale e centro orientale. Valori  solo di poco sopra la media altrove, localmente nella media sull'Est Europa e sul Sudovest della Penisola iberica.

Tendenza termica per Febbraio/Marzo:   

9







 
Marzo/Aprile:
 
tra l'ultima parte dell'inverno e il più mese primaverile, sono attese temperature sopra la media un po' ovunque. Surplus più accentuato sul Nord Europa, localmente su Mediterraneo centro-meridionale e orientale, con valori tra 1 e 1,5° superiori alla media. Altrove anomalie tra 0,5 e 1°. Temperature localmente nella media sui settori occidentali del Mar Nero e sul Centro Sud del Portogallo.
 
 Tendenza termica per Marzo/Aprile:
9


Sull’Italia, il modello prevede, in quest'ultimo aggiornamento di Ottobre, una novità relativamente alla fine dell'autunno e ai primi due mesi invernali, ossia per Dicembre  e Gennaio. In questa fase, sarebbero attese temperature nella norma su gran parte del nostro Paese, dapprima al Centro Nord, poi al Centro Sud. Nel prosieguo dell'inverno e verso il primo mese primaverile, andrebbe crescendo una certa anomalia positiva con valori tra 0,5 e 1° sopra la norma.
ANOMALIE PRECIPITAZIONI IN EUROPA PER LA FINE DELL'AUTUNNO E  TUTTOL'INVERNO 2018, FINO AD APRILE.
Arancio = più secco/siccitoso - Verde = più piovoso


Andamento delle piogge per il resto DELL'AUTUNNO E I PRIMI 2 MESI INVERNALI: fase NOVEMBRE/GENNAIO.
 
NOVEMBRE/DICEMBRE:              

per l'ultima fase autunnale e il primo mese invernale, Dicembre, sono attese piogge nella norma su gran parte dell'Europa. Qualche lieve eccesso è atteso sul Sud della Spagna, sulle aree occidentali del Mar Nero e, in forma isolata, sul Mediterraneo centro occidentale. Lieve deficit sul Sud della Finlandia e sull'estremo Nordovest della Francia.

Tendenza piovosità Novembre/Dicembre: 

9
       
Dicembre/Gennaio:

nella prima parte dell'inverno, le piogge continuano a essere viste in gran parte nella norma sul continente. Da evidenziare qualche eccesso sulle regioni intorno al Mar Nero e su quelle del Mediterraneo centro-occidentale. Lievi deficit sul Centro Est e Nord della Francia, occasionalmente sul Nordest Europa, sui settori sudoccidentali del Regno Unito e sulla Scandinavia centro-orientale.  

 

Tendenza piovosità Dicembre/Gennaio: 

9







ANDAMENTO DELLE PIOGGE PER IL PROSIEGUO DELL'INVERNO E FINO AD APRILE 2018: FASE FEBBRAIO/APRILE.
 
Febbraio/Marzo:

per la seconda parte dell'inverno, il modello stagionale computa un andamento delle piogge sempre più o meno nella norma su gran parte del continente. Lievi eccessi di pioggia sono attesi sul centro ovest della Germania, sul Nord Mediterraneo, quindi anche sul centro-nord Italia, sul centro-sud del Portogallo, occasionalmente sulle coste settentrionali della Spagna, meridionali della Francia, sui settori ellenici, dell'estremo Nordest e sull'est Mediterraneo. Piogge un po' sopra la norma sulla Norvegia, occasionalmente sul centro-sud della Finlandia e sud Mediterraneo.

Tendenza piovosità Febbraio/Marzo:

9






Marzo/Aprile:

tra la fine dell'inverno e il primo mese primaverile, Aprile, sono attese piogge ancora diffusamente nella norma. Precipitazioni un po' sopra la norma potrebbero riguardare  la Scandinavia, i settori baltici e il centro-nord del Regno Unito. Qualche lieve deficit sul centro ovest della Penisola iberica e sul Mediterraneo centro-orientale, localmente anche sul Sud Italia.

Tendenza piovosità Marzo/Aprile:

9



TENDENZA DELLE PIOGGE SULL'ITALIA PER IL RESTO DELL' AUTUNNO, PER TUTTO L'INVERNO E FINO AD APRILE 2018

Sull’Italia, il modello europeo prevede piogge in prevalenza nella norma per tutto il prossimo semestre. Da evidenziare qualche lieve eccesso, nella prima parte invernale, intorno alla Sicilia. Possibile qualche lieve deficit, nella seconda parte dell'inverno, tra Toscana, Umbria e Nord Appennino; altro possibile deficit, verso la primavera, sul Sud Italia.