Stagionali

Previsioni stagionali speciali su base ECMWF - (Reading UK)
TENDENZA TERMICA PER I PROSSIMI SEI MESI


Aggiornamento di Febbraio 2019

Prossimo aggiornamento entro la prima decade di Marzo 2019 (A cura di A. Sanò e D. Parolin)


 

Analisi mappe stagionali su dati ECMWF
ANOMALIE DELLE TEMPERATURE IN ITALIA
Arancio = +0,5/2 °C sopra media (più caldo) - Azzurro = -0,5/2 °C sotto media (più freddo) Bianco = nella media

Analisi delle mappe ECMWF di previsione stagionale per i prossimi sei mesi, ossia fino ad Agosto 2019. Attendibilità: le previsioni stagionali hanno sempre avuto un'attendibilità molto bassa, sul 20-30%. Solo recentemente stanno avendo un maggiore interesse da parte della comunità scientifica con migliori risultati.
ANOMALIE TERMICHE a 2 m PER I PROSSIMI SEI MESI

 
Marzo-Aprile-Maggio 2019
 
t-marzaprimag2019

L'aggiornamento del mese di Febbraio una primavera all'insegna di temperature sopra la media del periodo di 1.5-2°C, addirittura di più sulla Puglia e sulla Pianura padana del Triveneto. Sul resto d'Europa valori sopra media da 1.5 a 3.5°C sulla Penisola iberica, su gran parte del Mediterraneo, sulla Penisola balcanica e sul Circolo Polare Artico. Questa situazione potrebbe indicare una maggior presenza dell'alta pressione sul bacino del Mediterraneo.



Giugno-Luglio-Agosto 2019
t-giugluago2019
Per quanto riguarda i mesi estivi, sull'Italia si registrerà ancora un'anomalia positiva, ma meno marcata rispetto alla Primavera, infatti si prevedono valori superiori di 1-2°C soltanto al Sud e sulle coste adriatiche tutte, altrove l'anomalia sarà decisamente inferiore. Sul resto del continente, continua l'anomalia sulla Penisola balcanica, anche forte, un'anomalia che si estende anche alle zone centro-orientali, al mar Baltico e su parte della Scandinavia. Sempre molto caldo il circolo polare artico.
 

CONCLUSIONI
 
L'aggiornamento di Febbraio rimane grossomodo in linea con il precedente aggiornamento. Valori termici superiori alla media riguarderebbero tutta l'Italia e parte dell'Europa.
Per quanto riguarda le precipitazioni (non inserite) non si notano particolari anomalie, se non un sotto media (meno piogge) sulle zone centro-meridionali e Adriatiche centrali.