Meteo: inizio di PRIMAVERA SCHIZOFRENICO. Dalla PIOGGIA al FREDDO invernale, prima del CALDO AFRICANO

Meteo: inizio di PRIMAVERA SCHIZOFRENICO. Dalla PIOGGIA al FREDDO invernale, prima del CALDO AFRICANO
Articolo del 13/02/2019
ore 23:56
scritto da Salvatore de Rosa
Meteorologo

Primavera tra freddo e maltempoPrimavera tra freddo e maltempoLentamente ci apprestiamo ad assistere al passaggio del testimone tra l’INVERNO e la PRIMAVERA. Meteorologicamente il 1° Marzo saremo già nella nuova stagione, (dal 20 invece in quella astronomica) ma la natura quasi sempre fa quel che vuole e le date ufficiali vengono rispettate fino ad un certo punto.
Ed ecco che la prossima stagione potrebbe partire caratterizzata da frequenti fasi di maltempo, causate da perturbazioni atlantiche a ripetizione, che dall’Oceano avranno come meta il Mediterraneo.

Una volta giunte sulle acque antistanti la nostra penisola, inevitabilmente daranno vita a basse pressioni, talvolta veri e propri CICLONI, in grado di provocare maltempo a più riprese su tutta l’Italia almeno per le prime due decadi del mese di Marzo.
Tuttavia, secondo le proiezioni stagionali, l'Inverno avrà ancora qualcosa da dirci, insomma un vero e proprio COLPO DI CODA del FREDDO: da metà mese, infatti, una massa d’aria fredda di estrazione Artico-Continentale, potrebbe interessare ancora una volta i Balcani e il Centro-Sud Italia, con un deciso abbassamento delle temperature (che si attesterebbero ben al di sotto della norma) e anche con episodi tardivi di neve, specie in collina soprattutto lungo il versante Adriatico.
Al Nord, sempre secondo gli ultimi dati a nostra disposizione, non è attesa invece alcuna ondata di freddo importante.
Inizierà così dunque la primavera: dapprima le perturbazioni (primi quindici giorni di marzo), poi l'ultimo urlo del freddo (a metà mese) e, infine, le prime risalite calde dall’Africa, verso tutto lo Stivale.

Anche Aprile e Maggio continuerebbero sulla falsariga del mese di Marzo, ma con il lento assorbimento del freddo sull’Est Europa e quindi un rialzo delle temperature più omogeneo sull’Italia.

Nel complesso, secondo le nostre proiezioni stagionali, confermiamo un generale aumento termico oltre la norma di 1-2°C, precipitazioni in media, ma va aggiunto anche un deficit pluviometrico (verso fine Maggio) sui settori centrali e sulle regioni del basso versante Adriatico.

In primo piano
Immagine Meteo: l'altra faccia dell'ALTA PRESSIONE. PERICOLOSA cappa di NEBBIA e SMOG. Ecco le ZONE più INQUINATE In questi giorni ed almeno fino al 22/23 del mese di Febbraio sul nostro Paese vivremo condizioni di BLOCCO ...
Immagine METEO: ESTATE 2019 BOLLENTE a 40 gradi, si rischia GROSSO, ecco dove e perché PAURA di Giugno, Luglio, Agosto Continuiamo a monitorare con particolare attenzione la proiezione stagionale su quella che sarà l'ESTATE 2019, in termini di caldo ...