Meteo: entro fine mese EUROPA sotto GHIACCIO e NEVE. Le CONSEGUENZE in Italia

Articolo del 12/01/2019
ore 11:12
scritto da Carlo Testa
Meteorologo

Effetti dello Stratwarming sull'Europa e l'Italia: in arrivo una forte ondata di gelo e neve
Nelle ultime settimane abbiamo assisto ad un importante evento meteo sulle Regioni Polari: l’anomalo riscaldamento della stratosfera, Stratwarming, ad una quota di circa 30 km con ripercussioni poi anche sulla Troposfera e quindi sul Vortice Polare. In particolare ciò che più ha stupito è la frantumazione dello stesso vortice già a metà inverno. Le conseguenze per l’Europa e quindi anche per l’Italia solitamente si verificano dopo due settimane circa da quando è iniziato questo particolare evento meteorologico.

Proviamo ad analizzare nel dettaglio cosa aspettarci entro la fine del mese di Gennaio.
Dando uno sguardo a scala emisferica possiamo notare come sul comparto dell’Europa centro orientale sia presente uno stato d’aria pellicolare molto freddo, fino a -25°C sulla Russia, e una predisposizione delle correnti a muoversi da Est verso Ovest.

Molto probabilmente nelle prossime settimane continueranno a presentarsi azioni gelide e perturbate, magari dopo una temporanea pausa più mite e relativamente stabile che potrebbe accorrere per qualche giorno intorno a metà mese.

La nostra attenzione si sposta in particolare dal 20 Gennaio quando i principali modelli meteo (GFS, ECMWF) a nostra disposizione vedono una vera e propria SVOLTA. Correnti gelide di origine Artico-Continentali (cuore freddo tra la Scandinavia e la Siberia) potrebbero infatti invadere l’Europa portando le temperature ben sotto le medie del periodo. Parliamo di valori intorno ai -10/-12°C in diverse città della Germania, Austria e Svizzera. Successivamente l’onda gelida farà il suo ingresso anche sulla nostra Penisola.Da valutare poi la possibile interazione con i flussi più umidi ed instabili di origine Atlantica in arrivo da Ovest. Questa rappresenta la classica configurazione per avere abbondanti nevicate sulle Alpi e fino in pianura sulle Regioni settentrionali. Il Nord Italia vedrebbe così le prime precipitazioni del 2019 ponendo fine a un periodo prolungato di siccità. Non è da escludere poi che il peggioramento si possa estendere anche al centro con fiocchi di neve a Firenze e Roma.

Notizie in primo piano
Meteo: VORTICE POLARE a PEZZI, l'EUROPA nella morsa di GHIACCIO e NEVE. Prospettive per l'ITALIA In queste ultime settimane stiamo parlando sempre più spesso del fenomeno dello stratwarming, in grado di condizionare il vortice ...
METEO: SENTENZA del Centro Meteo Internazionale, Domenica 27 arriva il BURIAN in anticipo in Italia L’ultimo aggiornamento del Centro Meteo Internazionale (GFS) è impressionante: in seguito ad un repentino riscaldamento stratosferico ...