METEO: dopo la fiammata di Scipione, l'ESTATE 2018 sarà ZOPPICANTE

METEO: dopo la fiammata di Scipione, l'ESTATE 2018 sarà ZOPPICANTE
Gli ultimi aggiornamenti confermerebbero una stagione claudicante, tra brevi effimere fiammate africane e più insidiosi periodi instabili
Articolo del 17/05/2018
ore 12:40
scritto da Marco Castelli
Meteorologo
IMETEO: 2003 e 2017 con CALDO RECORD, ma ecco come sarà l'ESTATE 2018METEO: 2003 e 2017 con CALDO RECORD, ma ecco come sarà l'ESTATE 2018Dopo i mesi di Aprile e Maggio irrequieti, dinamici e temporaleschi, con una sola fiammata africana di Scipione a fine mese, vivremo un Giugno che sarà probabilmente sulla falsa riga dei mesi che l'hanno preceduto e infine una stagione ESTIVA, di fatto ormai alle porte, che potrebbe non portare nulla di eclatante dal punto di vista meteorologico. Vi avevamo già annunciato una probabile tendenza zoppicante per i mesi clou dell'estate e i principali modelli giorno dopo giorno tendono a confermare le ipotesi in campo.

Gli ultimissimi aggiornamenti in nostro possesso esprimono la possibilità che possa trattarsi di una stagione comunque calda, ma non estrema. L'estate del 2017, una delle più roventi di sempre, potrebbe infatti rimanere solamente un ricordo. E neppure la terrificante ondata di calore del 2003, quando le temperature rimasero sopra la media del periodo a lungo, con valori vicini ai 40°C in molte città, non dovrebbe ripetersi nella prossima stagione 2018. Almeno stando alle proiezioni. Esse vedono certamente un'anomala termica positiva, ma soltanto di circa 2/3°C rispetto alla media di riferimento, ed ecco che dunque potremmo essere in presenza di un'estate senza particolari eccessi, che lascerebbe così imbattuti i recenti primati.

Secondo le previsioni tuttavia la stagione calda faticherà addirittura a partire sul nostro Paese, a causa della mancanza di un campo anticiclonico stabile e duraturo e in conseguenza di ciò, numerose infiltrazioni fresche di origine atlantica si insinuerebbero più facilmente sull'Italia, causando una frequente instabilità in particolare, sulle nostre regioni settentrionali e sulle aree interne di quelle centrali, risparmiando invece, almeno in parte, il Sud. Ci si attende, dunque, dei mesi estivi decisamente meno secchi rispetto, per esempio, a quelli dello scorso anno. A quanto pare, se queste tendenze dovessero essere confermate, non si tratterà di un'estate da record.
In primo piano
Immagine METEO: Venerdì sera, WEEKEND 21-22 LUGLIO, Lunedì 23, giorni con GRANDINE poi più CALDO, ma ESTATE STRANA Il mese centrale dell’Estate è il più bello perché ricco: ricco di calore, natura, luce, sentimenti. Questa parte ...
Immagine Meteo: PROSSIMA SETTIMANA da Lunedì nuova SFURIATA temporalesca poi ancora CALDO alle STELLE, altri TEMPORALI NO, non ci siamo. Certo, vi avevamo annunciato che Luglio sarebbe stato un po' bizzarro, ma non pensavamo che ...