Meteo: FINAL WARMING pronto a condizionare anche l'Italia, ecco come finirà Febbraio


Meteo: FINAL WARMING pronto a condizionare anche l'Italia, ecco come finirà Febbraio

Stratwarming sul finire del mese di Febbraio

Stratwarming sul finire del mese di Febbraio
Grandi movimenti a scala emisferica, le prossime settimane si preannunciano molto dinamiche! Proprio nella parte conclusiva di Febbraio potrebbe verificarsi un potente final warming sopra al Polo Nord in grado di condizionare il clima italiano tra la fine del mese e i primi giorni di Marzo.

Di cosa si tratta? Nel concreto è come una sorta di passaggio della stratosfera in "modalità estiva", ovvero quella situazione per cui il Vortice Polare si dissipa e si sviluppano le easterlies (i venti con moto retrogrado, da est verso ovest, lungo la circonferenza del pianeta, sopra i 5 Km di altitudine, alle medie-alte latitudini, che persistono fino a fine Agosto/inizio Settembre quando il vortice torna ad approfondirsi).
In sostanza ciò si configura come un normale "decadimento stagionale", prendendo il nome di final warming (ad indicare la fine della stagione) più semplicemente dovuto alle implicazioni termodinamiche, ovvero come conseguenza della radiazione solare che ritorna e riscalda la regione polare.

Tutto ciò avviene tramite un intenso riscaldamento della stratosfera terrestre, proprio sopra la regione artica, nell'ordine anche di 40°C nel giro di pochissimi giorni. Tale surriscaldamento, una volta attivatosi, tende gradualmente ad espandersi verso l'alta troposfera, con ripercussioni sul Vortice Polare nell'arco circa di 2/4 settimane: il settore troposferico immediatamente inferiore, infatti, viene costretto a deformarsi (dislocazione del vortice polare) o addirittura a suddividersi in 2/3 minimi distinti (split del vortice polare, rottura), i quali poi viaggiano in parte verso le medie latitudini, provocando ondate di gelo tardivo fin nel cuore del Vecchio Continente e quindi anche sul nostro Paese.Final warming, riscaldamento stratosferico finale sopra al Polo Nord

Final warming, riscaldamento stratosferico finale sopra al Polo Nord
Le condizioni meteo potrebbero dunque subire un deciso scossone freddo e a tratti perturbato tra la fine di Febbraio e la prima parte di Marzo con l'aria gelida che potrebbe andare ad interagire con le perturbazioni in arrivo dall'Atlantico.

Come sempre vista la distanza temporale ancora molto elevata non possiamo scendere nei dettagli, per questo vi consigliamo di seguire passo passo i futuri aggiornamenti per quella che potrebbe essere un finale di stagione con molte soprese.

iLMeteo è anche su WhatsApp!
Clicca qui per iscriverti al canale ed essere sempre aggiornato.