Meteo: Break di Temporali nei Prossimi Giorni, vediamo dove verrà colpita l'Alta Pressione


Meteo: Break di Temporali nei Prossimi Giorni, vediamo dove verrà colpita l'Alta Pressione

L'alta pressione africana si sta irrobustendo ulteriormente ed è destinata ad intrappolare l'Italia per diverso tempo. Ciò nonostante, nei prossimi giorni ci sarà spazio per un break temporalesco che colpirà in particolare alcune regioni del nostro Paese, seppur temporaneamente.

L'anticiclone africano, che sta già dominando la scena con il suo carico di caldo e afa, mostrerà lievi segni di indebolimento, aprendo la strada a infiltrazioni di aria più fresca di origine atlantica. Ciò porterà ad un aumento dell'instabilità atmosferica, con effetti soprattutto sui rilievi del Nord.

Dopo un Mercoledì 10 e un Giovedì 11 Luglio caratterizzati da una generale stabilità atmosferica, eccezion fatta per qualche nota instabile nelle ore più calde a ridosso dei confini alpini, la nostra attenzione si concentra sulla vigilia del weekend.
La giornata di Venerdì 12 Luglio vedrà infatti il transito della coda di una perturbazione atlantica, che farà sentire i suoi effetti inizialmente sulle Alpi centro-occidentali. Qui sono attese precipitazioni, che in alcuni casi potrebbero assumere carattere temporalesco. Il fronte instabile si sposterà poi gradualmente verso est, interessando nel corso della giornata i restanti settori alpini e prealpini.
Tuttavia, tra la sera e la successiva notte, non è escluso il coinvolgimento di alcuni settori della Valle Padana: sotto osservazione saranno principalmente le pianure della Lombardia orientale, i settori settentrionali dell'Emilia-Romagna e parte di Veneto e Friuli-Venezia Giulia.
Vista la forte energia presente soprattutto nei bassi strati, dovuta all'intensa calura e all'elevato tasso di umidità preesistente, i contrasti che si andranno a creare con l'arrivo di masse d'aria più fresca saranno in grado di provocare la formazione di intense celle temporalesche capaci di innescare forti e improvvise raffiche di vento, nubifragi e locali grandinate anche di grosse dimensioni.
Si raccomanda dunque di fare molta attenzione nel caso in cui vi troviate nel bel mezzo di un temporale.
Da segnalare, infine, una lieve stemperata dei termometri che si avvertirà in forma più evidente nelle zone raggiunte dai fenomeni. Saranno invece poche le variazioni nel panorama meteo-climatico sul resto del Paese, dove l'anticiclone africano continuerà a dispensare una totale stabilità atmosferica che successivamente tornerà ad estendersi anche al Nord nel corso del weekend, salvo per residui temporali ancora possibili sui rilievi alpini.Torna qualche temporale nei prossimi giorni

Torna qualche temporale nei prossimi giorni
Su questi temi è intervenuto Lorenzo Tedici, meteorologo de iLMeteo.it, al quale abbiamo chiesto quanto durerà questo caldo.
Durerà troppo: è confermato l’arrivo della più intensa ondata di caldo del 2024 (fino ad ora), estesa anche al settentrione e con valori oltre i 37°C diffusi. I picchi sono attesi tra Sicilia e Sardegna con 42-43°C già nelle prossime ore, ma il caldo sarà protagonista per almeno 15 giorni.

Cosa succederà nelle prossime ore?
Già dalle prossime ore il termometro segnerà 37-38°C anche sulla Capitale con il caldo africano diffuso su tutta Italia: solo al Nord-Ovest avremo qualche temporale in montagna che localmente sconfinerà verso le pianure adiacenti. Giovedì sarà una fotocopia del Mercoledì, mentre una grande novità è attesa per Venerdì con lo scoppio di violenti temporali al Nord.

Rischio temporali al Nord, cosa è previsto?
Venerdì 12 Luglio una perturbazione atlantica, in transito nel cuore dell’Europa, lambirà infatti le Alpi sin dalle prime ore del mattino con temporali sul settore montano di Nord-Ovest: si prevede anche la possibilità di qualche forte rovescio tra le pianure del Piemonte e quelle della Lombardia. Dal pomeriggio altri focolai temporaleschi si sposteranno verso Est, interessando anche il Basso Veneto, specie dalla sera, e l’Emilia Romagna. Le Alpi vivranno una giornata diffusamente instabile con tanti rovesci e un temporaneo sensibile calo termico.

Quanto durerà questa fase temporalesca?
Sarà solo un break: da Sabato, gradualmente, l’anticiclone africano tornerà ancora più prepotente ed esteso. Al mattino avremo gli ultimi refoli di aria instabile con qualche piovasco al Nord poi la configurazione sinottica diventerà monotona, per più giorni.

Situazione monotona, si spieghi meglio.
Da Domenica e fino almeno al 25 Luglio, il caldo sarà estremo ovunque con l’anticiclone africano: l’alta pressione si espanderà fino all’Ucraina portando circa 10°C in più rispetto alla media su tutto lo Stivale. Vivremo un periodo complesso, anche molto afoso e con minime notturne che si avvicineranno e localmente supereranno i 25°C al Centro-Sud!

Conclusioni?
Sarà un’ondata molto pericolosa soprattutto per la persistenza; prepariamoci in tempo e tiriamo fuori tutto il necessario: pazienza, prudenza, ventilatori e tanta acqua da bere per attenuare la potenza e la persistenza di questo temibile anticiclone africano.
Purtroppo il clima è cambiato e l’Italia, anche nei prossimi anni, si troverà a fronteggiare sempre più spesso queste fasi subtropicali con massime oltre i 40°C e minime ben oltre i 25°C.

iLMeteo è anche su WhatsApp!
Iscriviti per essere sempre aggiornato.